• Home
  • Conservativa Savona
Studio Dentistico Giuseppina Buffoni - Dentista Savona

Conservativa

Conservativa Savona

L'odontoiatria conservativa è una branca dell'odontoiatria restaurativa, qualificata nella cura dei denti cariati o danneggiati da eventi traumatici. La terapia, solitamente, consiste nel ripristinare parte del dente danneggiato, rimuovendo il tessuto cariato, tramite l'utilizzo di appositi strumenti meccanici o manuali, e nel sostituirlo con materiale da restauro, che viene legato direttamente al tessuto sano. Il suo principale obiettivo consiste nel conservare, con la minima invasività, quei denti che, se non curati o non trattati in modo adeguato, potrebbero diventare un facile e sicuro bersaglio della carie.

Che cos'è la carie?

La carie dentaria è una patologia di origine batterica che comporta una degenerazione dei tessuti duri del dente, quindi dello smalto e della dentina. Generalmente l'infezione inizia dalla superficie dentale esterna e procede verso l'interno, fino a raggiungere la polpa dentale, provocando un forte dolore ed una pericolosa infiammazione. La carie può essere determinata da molteplici fattori, tra cui i batteri della bocca, gli zuccheri, l'età, le cattive abitudini alimentari, un'alterazione salivare, un eccessivo abbassamento delle difese immunitarie ecc. I sintomi più comuni sono una particolare sensibilità al dolce e un forte dolore interno ai denti. Il trattamento della carie prevede l'asportazione del tessuto infetto e la sua sostituzione con materiale biocompatibile. Per evitare la formazione cariosa, è determinante praticare quotidianamente una corretta pulizia orale (mediante l'uso di spazzolino, dentifricio adeguato, filo interdentale, colluttorio non aggressivo e scovolino); ed inoltre è doveroso sottoporsi almeno due volte l'anno a sedute di igiene dentale professionale.

Odontoiatria Conservativa

L'odontoiatria conservativa può essere diretta e indiretta, dipende dalle modalità d'applicazione. La prima riguarda tutte quelle tecniche e trattamenti utilizzati direttamente dal dentista, senza l'ausilio di manufatti costruiti dall'odontotecnico, per curare denti cariati o per restaurare denti che presentano difetti di forma o di colore. La seconda, invece, è solitamente impiegata nei casi di maggiore perdita dentale. In sostanza, La conservativa indiretta realizza un modello in laboratorio odontotecnico, che permette di ricostruire fedelmente la porzione mancante. Questo tipo di trattamento risulta esteticamente più apprezzabile, per la scelta della cromatura della parte restaurata. Solitamente per i denti frontali si usano le faccette estetiche in ceramica integrale, mentre per i denti premolari e molari si preferiscono le ricostruzioni con specifici intarsi. L'intarsio dentale viene inserito nella cavità creatasi internamente al dente, permettendo di ricostruirne la sua forma originaria. La tecnica ad intarsio è molto più costosa di un'otturazione. Fino a pochi anni fa la maggior parte delle otturazioni venivano eseguite in amalgama, contenente mercurio, una sostanza tossica per l'organismo. Attualmente si tende a non usare più questo tipo di materiale, considerato anche antiestetico. I pazienti preferiscono, in accordo con il proprio dentista, utilizzare materiali in composito-ceramica, sicuramente più estetici, non dannosi per la salute e biocompatibili con i tessuti già esistenti.

La sigillatura dei premolari e molari

La sigillatura dei solchi dei molari, oggi è una pratica conservativa ampiamente utilizzata e serve a prevenire la carie. Molto diffusa e richiesta per i pazienti di 7-10 anni, per evitare la formazione di carie primaria.

Sigillando i solchi, con una resina fluida, si protegge il dente dall'azione dei batteri. Il dentista, inizia il trattamento isolando il campo operatorio con la diga di gomma, un sottile foglio di lattice-gomma naturale, su cui vengono eseguiti dei piccoli fori, per l'inserimento dei denti da trattare. Il foglio viene mantenuto teso, da un arco metallico esterno alla bocca e rimane fissato ai denti attraverso degli uncini metallici. Per i pazienti che presentano particolari allergie al lattice è possibile utilizzare le dighe in vinile. È importante l'impiego di questo strumento per sottrarsi, in primis, ad una eventuale contaminazione batterica, e poi anche per evitare che i denti, da trattare, vengano a contatto con il liquido salivare, il sangue o altri liquidi disinfettanti.

Successivamente il dentista sottopone i denti all'azione dell'acido fosforico, per ottenere un effetto ruvido della superficie dentale, e poi sigilla i solchi con un composito (fatto da matrice resinosa, riempitivo organico, agente accoppiante e attivatore), che indurisce, grazie all'effetto di una luce polimerizzata. Infine colloca uno strato di vernice di fluoro sulla resina, in modo da aumentare il rilascio della sostanza.

L'odontoiatria conservativa, grazie alle ultime innovazioni, ha permesso al paziente di tornare a sorridere, senza procurare particolari problemi o dolori alla sua bocca!

Ambiti d'intervento

Studio Dentistico Giuseppina Buffoni

Via Venezia, 2/2, 17100 Savona SV

Partita IVA 01571480092 | declino responsabilità | privacy

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Studio Dentistico Giuseppina Buffoni .

www.dentisti-italia.it

© 2016. «powered by Dentisti Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.